In Val di Fassa si scia … facciamolo sapere!

by / 0 Comments / 412 View / 11 gennaio 2017

Inizio l’anno nuovo con un post dedicato alla comunicazione nell’ambito turistico del mio territorio, ovvero la Val di Fassa. Sapete tutti che viviamo di turismo in questa zona e se seguite l’andamento della stagione turistica ed il meteo, vi sarete accorti che la zona Dolomitica in questo momento è piuttosto scarsa di neve naturale. Anzi diciamo che non nevica da novembre in fondovalle (siamo al 11 gennaio 2017) e solo in quota oltre 2.400 m è arrivata un po’ più di neve fresca a dicembre. Fatto sta che tutte le dolomiti non hanno neve naturale da quasi due mesi, mentre nel resto dell’arco Alpino ha nevicato abbondantemente, anzi la neve è arrivata anche sull’Appenino e persino nel sud Italia fino sulle coste della Puglia per esempio. Ma nonostante ciò le piste da sci sono tutte aperte e preparate in modo splendido, grazie all’impegno ed al lavoro di tutte le persone che lavorano nelle Ski Aree della Val di Fassa (e non solo della Val di Fassa). Un enorme dispendio di lavoro, energie e costi, ma necessari per salvare l’economia turistica delle valli dolomitiche. I turisti che sono stati qui durante le festività di Natale e Capodanno hanno apprezzato il lavoro e sono rimasti tutti soddisfatti del lavoro e delle splendide piste da sci.

Quindi tutto bene quindi? Non proprio. Infatti soltanto nel periodo delle festività di fine anno si è registrato un notevole calo (oltre il 15/20% dai primi dati) ed attualmente l’interesse per le settimane bianche nei prossimi mesi di gennaio, febbraio e marzo è calato notevolmente, tanto che vi sono pochissime richieste e prenotazioni. Una componente di questo calo è dato sicuramente dalla mancanza di neve, ma una gran parte è dato dalla assoluta mancanza di comunicazione. Ovvero abbiamo piste perfette, si scia ovunque benissimo, ma nessuno lo dice. Non vedo articoli, comunicati stampa (anzi manca proprio un vero e proprio ufficio stampa per la Val di Fassa), foto, video o altro che faccia sapere a tutti che la neve sulle piste da sci c’è.

Si spendono capitali enormi per produrla (la neve programmata), per creare le condizioni perfette (delle piste da sci), ma zero per comunicarlo. Nessuna condivisione delle Ski Aree, dell’APT, degli alberghi o altre aziende (a parte piccole eccezioni). Si conta solo sulla presenza di chi è già in valle e si spera in un passa parola, ma ahimè, i modi di comunicare e di fare marketing territoriale sono cambiati in questi anni. Esistono degli strumenti e dei potenti mezzi di comunicazione che sono i Social Network … ma non vi è alcun piano editoriale, alcuna strategia di marketing, nessun coinvolgimento delle centinaia di Aziende che lavorano di turismo solo in Val di Fassa e che in qualche modo interagiscono con i Social.

Ah, giusto un appunto … la foto di copertina l’ho ricavata dalla webcam della Ski Area Catinaccio semplicemente questa mattina … i mezzi ci sono, i modi per farlo pure … basterebbe iniziare a comunicare e condividere.

Your Commment

Email (will not be published)

quindici − 9 =